Senza categoria

Quanti tipi di esfoliazione ci sono?

La pelle del viso è bene che sia sempre curata al meglio, se vogliamo avere un aspetto giovane e fresco in ogni momento. Per farlo al meglio dovremo optare per una pulizia quotidiana, da eseguire tramite l’uso di detergenti ed esfolianti ti buona qualità (da scegliere ovviamente in base alle nostre esigenze). Vediamo come eseguire una corretta esfoliazione, al fine di avere una pelle sempre al top e nutrita. Per ulteriori informazioni in merito è possibile consultare questa mini guida.

Per esfoliazione si intende la rimozione dello strato superficiale della pelle. Questo è composto principalmente da cellule morte, e da residui di trucco – troppo ostinati per essere rimossi dalla detersione. Si tratta quindi di una pulizia molto profonda, da eseguire almeno una volta la settimana (fino a un massimo di 2 o 3). Oggi però sul mercato sono presenti anche molti prodotti che esfoliano la pelle a livello quotidiano. Si tratta di creme o gel che vanno usate dopo aver applicato sulla pelle il nostre detergente abituale (o uno scrub). Si stendono effettuando un leggero massaggio sul viso. Anche se pulisce a fondo la pelle, è bene dire che non ha alcun effetto sulle rughe d’espressione, oppure sulla macchie. In generale è inefficace contro tutti quei fenomeni che interessano l’iperpigmentazione della pelle.

Se abbiamo la costanza e la perseveranza di eseguire l’esfoliazione possiamo favorire il fisiologico turnover della pelle. Questo comporta una riduzione delle impurità della pelle, quali brufoli, punti neri, pori dilatati e piccoli inestetismi che spesso tendono a formarsi in determinati periodi dell’anno.

Possiamo ricorrere a 3 diverse tipologie di esfoliazione, a seconda delle nostre esigenze e preferenze:

  Il gommage. È una sostanza a base cremosa (o in gel) che contiene al suo interno anche polvere di sostanze naturali – per la maggior parte avena, riso e nocciola;

  Lo scrub. È forse l’esfoliante più noto e diffuso. È una crema che contiene delle microparticelle dure, ben distinguibili sia al tatto che alla vista. Queste particelle possono essere sali, zuccheri o frammenti minerali;

  Il peeling. Questo esfoliante usa sostanze chimiche dette acidi. Di solito viene usato nei più moderni centri estetici, e per poterlo applicare al meglio si fa uso di appositi macchinari – che devono essere manovrati da personale esperto.