Senza categoria

Tempi e consumi della yogurtiera

Fare lo yogurt in casa è bello e salutare, ma quanto tempo si impiega e, soprattutto, a quale consumo energetico si va incontro? Tranquilli, vedrete che in poco tempo e con un grande risparmio in bolletta sarete liberi di farvi in casa quanti yogurt volete, quando e come vi piace. Un esempio: prendiamo la cara vecchia Girmi, uno dei modelli più economici e gettonati che ci mette dalle 6 alle 8 ore per lavorare e restituirci il prodotto finito. In questo lasso di tempo il consumo è di appena 0,5 Kw. Va anche detto, però, che non c’è un tempo standard, di massima è quello indicato, poi però varia da modello a modello, dal contesto ambientale e dal tipo di latte e fermenti che si usano. Per orientarvi meglio nella scelta potete cliccare sul seguente link: www.yogurtieramigliore.it.

 Se trascorso il tempo indicato nel manuale dovessimo accorgerci che lo yogurt è troppo liquido per noi, niente paura, basta rimettere il coperchio e riattivare la yogurtiera per qualche altra ora fino a che il composto non avrà raggiunto la consistenza voluta. Molto dipende anche dalle stagioni, se fa troppo caldo potrebbe essere consigliabile spegnere l’apparecchio dopo appena 6 ore dal funzionamento. Se, infatti, lo yogurt si surriscalda c’è il rischio che si formi in superficie una patina giallastra, il siero, che in ogni caso può essere rimosso con un cucchiaio senza compromettere la qualità e la commestibilità del prodotto. Qualora, invece, lo yogurt venisse proprio male, o per inesperienza o per dosaggio sbagliato degli ingredienti, non perdetevi d’animo e rimettetevi a lavoro, vedrete che il bis vi farà tornare il sorriso e appagherà il vostro palato.

Un consiglio: quando lo yogurt vi viene così bene da sorprendervi, tenetene un vasetto da parte da poter usare come sostitutivo dello yogurt di partenza. Sì, avete capito bene, lo yogurt di partenza anziché acquistarlo potete farlo in casa. In altre parole, per fare altro yogurt non userete più lo ‘starter’ acquistato quando andate a fare la spesa, ma il vostro yogurt madre, da tenere sigillato e in frigo. Così, oltre a farvi lo yogurt quando volete, avrete anche la sicurezza di poter consumare un prodotto sicuro al 100% senza interferenze di corpi ‘estranei’. Ricordatevi solo di usarne meno di quello comprato, perché lo yogurt madre fatto in casa contiene una quantità maggiore di fermenti lattici di quello in commercio.